Gennaio 29, 2024 0 Comments Cosa vedere

Itinerario di 4 giorni sul Lago di Como con auto

Lo scopo dell’articolo che stai per leggere è quello di darti un’idea di itinerario alternativo, che ti spinga, senza esagerare, un po’ fuori dalle “solite rotte” o tappe, senza per questo rinunciare ai grandi must del Lago di Como.

Il mio lavoro consiste nel creare itinerari su misura per chi visita il lago e quello che stai per leggere è solo un esempio di come, con un po’ di fantasia, sia possibile costruire programmi di viaggio interessanti, rilassanti e sostenibili, includendo comunque destinazioni e località anche molto turistiche.

local blogger

Ciao, sono Marta, Local Blogger del Lago di Como! Ti serve una mano per organizzare il tuo itinerario alla scoperta del mio bellissimo lago? Scopri subito il mio servizio di Travel Designer!

Quello che troverai qui sotto è la scaletta del programma con le tappe in generale, per darti un’idea di quello che è possibile fare se hai 4 giorni a disposizione e possibilmente un’auto.

Se l’itinerario ti ispira e pensi possa fare al caso tuo potrai facilmente sfruttarlo per organizzare in autonomia le tue giornate alla scoperta del Lago di Como!

Se invece desideri un’assistenza personalizzata e avere a disposizione tutto il programma dettagliato, arricchito con indicazioni sui posti migliori dove alloggiare, gli orari esatti di battelli e traghetti da prendere, gli indirizzi utili, le modalità di prenotazioni e tante, tantissime dritte anche su dove mangiare o su dove gustare un fantastico aperitivo, puoi affidarti anche tu al mio servizio di Travel Designer e acquistare il programma preconfezionato!

Ma andiamo al sodo!

Itinerario di 4 giorni sul Lago di Como, meglio se con auto

Ecco di seguito le tappe che suggerisco per questo itinerario di 4 giorni, un po’ alternativo e senza dubbio molto affascinante, alla scoperta del Lago di Como.

1° giorno – Visita di Menaggio + Passeggiata Dongo – Gravedona

Dando per scontato che almeno le prime ore della giornata saranno dedicate all’arrivo e alla sistemazione in albergo, consiglio di dedicare le ultime ore della mattinata alla visita di Menaggio, piccolo e grazioso borgo in cui è facile rilassarsi dopo le fatiche e lo stress del viaggio.

Nel pomeriggio invece il suggerimento è di spostarsi verso nord di una 15 di km e raggiungere Gravedona. Da lì, in direzione Dongo, parte una meravigliosa passeggiata via lago, particolarmente rilassante e piacevole in qualunque stagione. Io la amo soprattutto per gli scorci paesaggistici che regala e per il clima vacanziero che trasuda ad ogni passo. In estate è anche il luogo ideale per un bagno rigenerante nel lago o per crogiolarsi al sole.

ciclabile Dongo, sul Lago di Como

Ciclabile Dongo – Gravedona

Va da sé che, naturalmente, anche Gravedona ha i suoi gioielli da visitare, come la meravigliosa Chiesa di Santa Maria del Tiglio, famosa per i bellissimi affreschi o Palazzo Gallio e non approfittarne sarebbe un peccato.

2° giorno – Tour in barca privata da Varenna + Visita di Varenna + Noleggio Vespa ed esplorazione del versante orientale del lago

taxi boat Lago di Como

Anche se, detta così, può sembrare troppa carne al fuoco, in realtà, con la giusta organizzazione, anche questa seconda giornata può riservare davvero grandi soddisfazioni.

Al mattino si incastra benissimo, calcolando i giusti tempi, un tour con barca privata, esperienza che in tanti richiedono e che non delude mai. In effetti è un ottimo modo per apprezzare “il lago dal lago” ottimizzando gli spostamenti ed evitando il traffico stradale.

Finito il tour in barca sicuramente vale la pena fare un giro tra le vie del borgo di Varenna, decisamente uno dei più visitati del lago.

Ma per il pomeriggio di nuovo il mio consiglio è di allontanarsi dalle zone più affollate e di andare a esplorare borghi meno noti, ma ugualmente molto affascinanti come Bellano con il suo Orrido, Corenno Plinio e l’Abbazia di Piona.

Se avrai traghettato con l’auto ti sposterai con quella, in alternativa puoi considerare l’idea di noleggiare una vespa e muoverti più agilmente.

3° giorno – Bellagio + Visita del parco di Villa Serbelloni + Villa Carlotta

Itinerario 4 giorni Lago di Como, inserisci Villa Serbelloni nelle tue tappe

Punto panoramico nel Parco di Villa Serbelloni

Qua il gioco si fa duro, nel senso che stiamo parlando di due tra i luoghi più turistici in assoluto del lago di Como: Bellagio e Villa Carlotta.

Ma anche in questo caso, con un paio di accorgimenti, potrai godere il meglio di questi luoghi limitando lo stress. Innanzitutto, metti in conto che la ressa a Bellagio c’è e non puoi farci nulla, ma programmando una visita del Parco di Villa Serbelloni ti ritroverai in un attimo in un luogo estremamente affascinante, lontano dal caos e dalla massa di turisti.

Infine organizzando la visita a Villa Carlotta nel pomeriggio eviterai le ore più gettonate e affollate della giornata. Ovviamente con tutte le eccezioni del caso, nel senso che se il tuo viaggio coincide con il periodo delle fioriture dovrai metterti il cuore in pace e rassegnarti al fatto che a Villa Carlotta, famosa in tutto il mondo proprio per azalee e rododendri, in quelle settimane di gente ce n’è tanta in qualunque momento.

In linea di massima comunque, se non ami i posti troppo affollati, evita le prime ore di apertura e sarai a cavallo!

4° giorno – Visita di Como

Eccoci giunti all’ultimo giorno.

Qua naturalmente tutto dipende dall’orario in cui dovrai ripartire, soprattutto se sei legato a treni, aerei ecc, ma diciamo che, in linea di massima, visto che da Como di fatto dovrai passare, può essere un’ottima idea ritagliarti almeno un paio di ore per un giro in città.

Ne vale assolutamente la pena!

Non mi dilungo qui nel raccontarti cosa vedere in città perché, ovviamente, ho un articolo tutto dedicato a Cosa vedere a Como e ti consiglio di dargli un’occhiata.

Ti piace questo itinerario? Puoi acquistare il programma completo ricco di dettagli indispensabili che faranno la differenza! Scegli l’opzione Itinerario Preconfezionato.


Share: