febbraio 19, 2017 0 Comments Ricette

Il Pan di Mej versione “ricetta dei nonni”

Il Pan di Mej fatto secondo tradizione.

Ho voluto cimentarmi nella preparazione di questo tipico dolce lombardo e la ricetta che ho scelto di seguire, tra le tante trovate sul web, è quella presa da “Le ricette dei nonni”, una pubblicazione del 2006 nata da un progetto della Provincia di Como per avvicinare i ragazzi agli anziani. Un’idea bellissima, che ha portato gli allievi delle ultime classi delle elementari e di prima media ad intervistare i nonni raccogliendo le ricette della tradizione. Appena ho iniziato a sfogliare questo ricettario me ne sono subito innamorata!

Cimentandomi nella preparazione di questo dolce, quello che subito mi è saltato all’occhio rispetto alle altre versioni trovate in rete, è la povertà di ingredienti con cui viene realizzato. Non c’è praticamente zucchero (solo una spolverata alla fine), non ci sono uova, non viene utilizzata farina di grano e di burro ne viene messo pochissimo.

Il risultato è un pane semplicissimo e molto rustico, che indurisce raffreddandosi, risultando quindi molto adatto ad essere inzuppato. E questo, a quanto pare, era in effetti il modo in cui, secondo la tradizione, veniva consumato il Pan di Mej: inzuppato nel latte o, meglio ancora, nella panna il giorno di San Giorgio (23 Aprile), quando si stipulavano i contratti tra i mandriani e i lattai. Questi ultimi infatti, per festeggiare l’occasione, regalavano ai propri clienti la panna liquida, da accompagnare al pane preparato a casa.

Ecco quindi a voi la ricetta dei nonni del Pan di Mej! Ve la riporto come l’ho trovata.

Ingredienti per 4-6 persone

350 g di farina gialla
170 g di farina di segale
acqua
lievito di birra (sotto forma di pasta acida)
1 pizzico di sale
farina gialla o di mais per Pan di Mej

farina di segale utilizzata per il Pan di Mej

Esecuzione:

  • Impastare la farina con l’acqua e la pasta acida.

Pan di Mej: farina gialla, farina di segale, acqua, lievito, sale

  • Lasciar lievitare per 30 minuti nel recipiente coperto da un tovagliolo.
  • Adagiare sul tavolo in forma di pagnottelle.

Pagnottelle di Pan di Mej prima di essere infornate

  • Infornare.

    Queste pagnottelle, incise in superficie con una lametta, un tempo venivano cotte nel forno a volte di proprietà comune a più famiglie (…). Questo pane giallo poteva diventare un dolce chiamato brùsevéla se nella pagnottella cruda si facevano fossette con le dita, mettendovi poco burro e poco zucchero.

Pan di Mej, dolce tipico lombardo

Aggiungo solo un consiglio personale: un ottimo modo per gustare questo pane, oltre che inzuppato nel latte a colazione, è utilizzarlo nella preparazione della famosa Miascia o Torta di Pane.

Provare per credere.

Mi piace immaginarmi con in mano una grossa lente d’ingrandimento da posare, di volta in volta, su un angolo diverso di questo meraviglioso lago.

Per scoprirne i dettagli, per scrutare tra le sue pieghe più improbabili, per scorgerne i colori più vivi e le sfumature più affascinanti. Mi piace raccontarvi tutto ciò che, attraverso questa lente, vedo.


Share:
Tagged: