Marzo 30, 2019 0 Comments Cosa fare, I miei posti del cuore, Passeggiate

Trekking sul Lago di Como: 2 passeggiate mozzafiato!

Trekking sul lago, destinazione Monti di Nava e Monti Pilone

Oggi vi parlo di due trekking da fare sulle montagne del Lago di Como e che io semplicemente adoro!

Ve le racconto in coppia perché in comune hanno la stessa montagna, risalita lungo i due opposti versanti.

I due percorsi sono collegati tra loro quindi, volendo, si potrebbe salire da una parte e ridiscendere dall’altra.

Ma io vi sconsiglio di fare il percorso ad anello!

Il motivo?

Tra i lettori del mio blog ci sono anche molte famiglie con bambini e il tratto che collega il primo percorso al secondo è insidioso, ripido e a mio avviso potenzialmente pericoloso.

Ovviamente ognuno valuterà la situazione di persona, in base alle proprie capacità.

1# Nava (848 m)
trekking sul lago di como ai monti di  nava

Punto dove lasciare l’auto: parcheggio in località Rogaro, frazione di Tremezzo, 2 km sopra la Strada Statale.

Dislivello: 500 m circa

Tempo: 1,10 circa solo andata

Il sentiero si imbocca esattamente a lato del parcheggio. Da lì inizia anche la segnaletica, ben visibile lungo tutto il percorso.

Il primo tratto è nel bosco, ma appena ci si alza un po’ e le piante si diradano inizia a vedersi il panorama, che lascia semplicemente senza fiato.

Il sentiero è tutto in salita, ma comodo, molto largo e sicuro, adatto anche ai bambini. La pendenza non è eccessiva e la passeggiata è davvero bella!

sentiero che sale ai Monti di Nava, Lago di Como

E’ anche molto esposta al sole e questo va tenuto presente se si ha intenzione di fare questo percorso nei mesi caldi.

blogger lakeaddicted trekking sul lago di como

Io ci metto circa 1 ora e 10 a raggiungere i Monti di Nava.

Ma ricordo sempre a chi mi legge che sono una camminatrice di medio livello…insomma, mi piace camminare, lo faccio appena ho una mezza occasione, ma ho i miei grossi limiti, purtroppo soffro di vertigini e soprattutto mi piace godermela mentre salgo, mi piace fare foto e mi piace perdermi ad ammirare il paesaggio.

Ma proseguiamo!

Una volta arrivati ai monti, quello che trovate sono delle belle baite, ampi prati e il punto di crocevia di tanti altri itinerari.

Monti di Nava

Tra i vari sentieri su cui si può proseguire da qui, c’è anche quello che vi porterebbe a Pilone (la seconda passeggiata descritta in questo articolo) e successivamente a San Martino.

In realtà, come vi ho spiegato all’inizio, VI SCONSIGLIO di fare questo percorso ad anello, a meno che non siate camminatori esperti e senza bambini al seguito.

Quello che invece vi suggerisco è di ridiscendere seguendo la stessa strada fatta per salire e fare una piccola deviazione (segnalata) alla Cappelletta degli Alpini (568m), un altro punto assolutamente panoramico e molto adatto anche per una sosta con pic-nic.

Cappella degli Alpini Tremezzo

Da qui vi renderete conto di come sul Lago di Como sia facile trovare punti da cui godere di viste impagabili anche con poco sforzo.

2# Pilone (800m)
pilone trekking sul lago di como

Punto dove lasciare l’auto: Griante, nel parcheggio vicino al Bar Vecchia Torre, circa 1 km sopra Cadenabbia.

Tempo: 1,40 circa sola andata

Dislivello: 450m circa

Anche questo percorso trekking sul Lago di Como regala scorci imperdibili…provare per credere!

Dal parcheggio si segue il sentiero che porta alla famosa chiesetta di San Martino (altra bellissima meta).

Ad un certo punto, all’altezza della cappella che vedete nella foto qui sotto, si svolta a sinistra e si continua a salire.

Il percorso da seguire è chiaro, è davvero difficile sbagliare.

E man mano che ci si alza il paesaggio cambia e diventa semplicemente af-fa-sci-nan-te…!

La cosa di sicuro assolutamente più suggestiva, rispetto ad altri percorsi, è l’enorme masso (simile ad un pilone, appunto) che, ad un certo punto, si staglierà tra voi e la vista sul lago.

Solo quando vi troverete al cospetto di questo macigno vi renderete veramente conto dell’effetto incredibile che crea e delle sue dimensioni!

pilone percorso trekking

Se il panorama toglie il fiato, lo scenario fa semplicemente tremare le gambe 🙂

Adoro questi posti, adoro queste montagne, non potrei mai fare a meno di questi paesaggi…!

A questo punto del percorso la meta non è lontana.

Noi ci siamo fermati alle cascine dei Monti Pilone, un punto con ampi prati dove è davvero bello sostare.

Sulla sinistra è possibile imboccare il famoso tratto, di cui vi parlavo prima, che collega Pilone ai Monti di Nava.

Vi potete rendere conto coi vostri occhi del perché delle mie raccomandazioni iniziali.

La passeggiata che suggerisco io prevede di tornare dalla stessa strada fatta in salita.

DA TENER PRESENTE

Non mi stancherò mai di ricordare, ogni volta che vi invito ad esplorare le nostre montagne, di quanto sia sempre assolutamente importante attrezzarsi nel giusto modo: scarpe da trekking, acqua, bastoncini, abbigliamento adeguato e a cipolla, qualche snack…e precauzione.

Le nostre montagne sono bellissime, ma troppo spesso sottovalutate…l’importante è conoscere le proprie capacità e i propri limiti.

Nel caso specifico delle passeggiate di oggi, quella più sicura è la prima (assolutamente da fare anche con bambini), quella in cui bisogna stare assolutamente un po’ più attenti è la seconda.

Non mi resta che augurarvi buon cammino! E fatemi sapere cosa ne pensate.


Conosci questi due percorsi? Aiuta anche tu la community con informazioni e consigli utili 🙂


Share: