dicembre 12, 2015 0 Comments Cosa fare, Tante idee

Lago di Como e un sacco di ragioni per venirci!

Ed eccoci al secondo “Dove fare cosa” del mio blog!

Visto che il primo è piaciuto, continuo! Vediamo che succede 🙂

1# Dove godere di una vista spettacolare camminando 20 minuti (ma anche meno)?

Immagino che qui le risposte possibili siano non infinite, ma quasi! Sul Lago di Como punti panoramici si sprecano, lo so. E a volte per raggiungerli ci vuole davvero poco, per non dire niente…Quello che vi suggerisco io è la cappella di San Domenico, sopra il paese di Menaggio.

Menaggio, la Cappella di San Domenico

Fatto che ha influenzato parecchio la mia scelta è stato l’esserci appena tornata dopo anni di assenza…ed essere rimasta nuovamente a bocca aperta davanti alla vista che si può avere da lassù, facendo il minimo sforzo. In più si trova a circa metà lago e questo è ottimo per avere una visuale su tutti e tre i rami (Como, Lecco e Colico).

Lago di Como, panorama

Raggiungerla è semplicissimo: da Menaggio in auto prendete la strada che porta al paesino di nome Plesio e proseguirt per Breglia, dove lascerete la macchina e imboccherete il percorso che conduce prima alla Madonna di Breglia e quindi alla Cappella di San Domenico. Attenzione! Vi sembrerà di essere quasi sospesi nel vuoto…e poco ci manca in effetti! Ma la posizione è davvero privilegiata e la visuale a 180° o poco meno!

2# Dove ascoltare un concerto Gospel (visto il periodo)?

Risposta breve e concisa, per andare dritti al sodo: seguite l’Happy Chorus Delebio in giro per il lago, oppure andate al Teatro Sociale di Como il 18 dicembre. Per passare una serata dai ritmi coinvolgenti e dall’atmosfera molto natalizia.

3# Dove passeggiare lungo un viale Patrimonio dell’Unesco?

Sul Sacro Monte di Ossuccio, seguendo il percorso che conduce al Santuario della Madonna del Soccorso.

Sacro Monte di Ossuccio

E’ una passeggiata da non perdere per nessun motivo al mondo se passate da queste parti! Camminando lungo il viale alberato, che dolcemente sale alla chiesa, capirete presto perché questo luogo è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità…arte, spiritualità e natura si fondono insieme in modo armonico e perfetto. E saprete con certezza d’aver fatto un’ottima scelta a venirci!

Per iscriverti alla Fan Page del mio blog e seguirmi clicca qui.

Salva


Share:
Tagged: