marzo 2, 2016 0 Comments Borghi, Cosa vedere

Corenno Plinio, meraviglioso borgo medievale sul Lago di Como

Quello che ci si aspetta quando si dice borgo medievale sono un labirinto di strette viuzze, un castello, antiche mura, una piazza, grossi portoni e un intreccio di case e gradini. Beh, Corenno Plinio questi elementi ce li ha tutti! E l’impressione, aggirandosi tra le sue vie, è davvero quella di aver fatto un balzo nel tempo, all’indietro naturalmente!

Il borgo, frazione di Dervio e quindi situato sulla sponda orientale del Lago di Como, per molti aspetti non ha nulla da invidiare al ben più noto paese di Varenna (che, tra parentesi, io adoro). Arrivandoci in auto la prima cosa che colpisce è l’ampia piazza acciottolata. Eppure questa non è altro che un piccolo assaggio di quello che vi aspetta all’interno! Dal piazzale non si ha modo di rendersi conto fino in fondo della bellezza di questo borgo, ma basta affacciarsi in una delle viuzze che danno su di esso e iniziare a scendere le scalinate per capire immediatamente in quale splendido luogo si è capitati.

E per realizzare anche di essere a strapiombo sul lago! Vi lascio solo immaginare gli scorci che si hanno, grazie a questa posizione privilegiata, aggirandosi tra i suoi vicoli.

Corenno Plinio è un paese pieno di angoli suggestivi ed è curatissimo nei dettagli. I balconi traboccanti di fiori, le antiche case, i portoni e le decorazioni che si trovano un po’ ovunque creano un effetto incantevole.

Corenno Plinio, lago di Como

Ma l’abitato deve le sue origini al castello dal quale, nei secoli, si è poi sviluppato. E ancora oggi la sua presenza è importante e si fa notare! Spiccano, su tutto, le due torri merlate e la cinta muraria. Incuriosisce scoprire che questa rocca non era un’abitazione privata, ma era stata fatta costruire dalla comunità per proteggersi in caso di pericolo. Una vera e propria fortezza insomma, che a quanto pare ha svolto bene il suo compito.

Sono tre le chicche da non perdere assolutamente: la chiesa, il vecchio molo e il belvedere.

La chiesa parrocchiale di San Tommaso di Canterbury, oltre a custodire affreschi a quanto pare molto belli (purtroppo gli interni si possono vedere solo in occasione di visite guidate), colpisce per i tre grandi monumenti funerari della famiglia feudataria del luogo dell’epoca, gli Andreani, e situati proprio davanti alla sua facciata. Ho letto che sono l’unico esempio di sepolcri monumentali di epoca gotica su tutto il Lario…e la cosa li ha resi ancor più affascinanti ai miei occhi!

Corenno Plinio, lago di Como

Il vecchio molo invece non dovete perdervelo per la posizione suggestiva in cui si trova, in fondo ad una delle scalinate che dalla piazza precipitano nel lago. Una volta che lo avrete raggiunto voltatevi e guardate di nuovo alle vostre spalle: avrete uno scorcio su Corenno dal lago e vedere le “scalotte”, ricavate nella roccia, salire ripide verso la piazza vi darà ancora meglio l’idea di quanto è straordinario questo piccolo borgo.

Corenno Plinio, lago di Como

Infine, all’estremità opposta del paese, c’è il belvedere, uno spiazzo dove sono stati collocati dei “mirini”, ciascuno puntato su un luogo specifico della sponda occidentale del lago, con relativa spiegazione.

Corenno Plinio, lago di Como

Vi aiuta ad orientarvi e a decidere quale sarà la vostra prossima meta :-).

Salva


Share: