maggio 4, 2015 0 Comments Cosa fare, Tante idee

Idee per quando sul lago piove

Fuori piove, le nuvole sono talmente basse da non riuscire quasi a vedere l’altra sponda e il gatto dorme ininterrottamente sul divano :-). In giornate come queste, chi si trova in vacanza da queste parti e proprio non aveva calcolato l’opzione B, ossia la probabilità di piogge e rovesci, può facilmente farsi sorprendere dallo sconforto. In fondo si sa che buona parte del fascino del lago è dato dalla bellezza dei suoi paesaggi e dal piacere di attività all’aperto.

Ma se è vero che una soluzione c’è per tutto, direi che anche in questo caso non è difficile da trovare.

E allora, cosa fare se piove?

Niente passeggiate, lago, montagna, giri in battello e cose simili…per tutto questo vorrà dire che vi toccherà ritornare 🙂 e sono sicura che la cosa non vi dispiacerà.

Il mio consiglio è un altro, forse un po’ banale, ma ci provo lo stesso: puntate dritti su una città.

Milano non è lontana ed è inutile starvi ad elencare tutto quello che ha da offrire. Se fossi in voi però, visto che siete venuti sul Lago di COMO, andrei a vedere proprio la cittadina che dà il nome a questo luogo.

E’ piccola ma si difende bene, si gira tutta a piedi e per trascorrervi una giornata è perfetta.

Innanzitutto ha uno splendido centro storico, circondato su tre lati da mura medievali conservate benissimo. Qui proprio non vi dovete perdere il Duomo e la Basilica di San Fedele, con l’adiacente piazza. Quest’ultima è così accogliente che ricorda un po’ un salotto di casa, vivace, piena di tavolini, vetrine e dominata dalla bellissima facciata della basilica.

Se l’arte vi appassiona, allora continuate pure il tour delle chiese: ce ne sono di veramente belle e ognuna custodisce dei veri e propri capolavori artistici. Io mi perdo sempre per svariati minuti davanti agli affreschi della Basilica di Sant’Abbondio. Da restare a bocca aperta!

Notevoli anche San Carpoforo e la chiesa del Santissimo Crocifisso.

Un’alternativa, sempre per stare all’asciutto, può essere ovviamente la visita di un museo. In questo caso, se volete vedere un qualcosa che sia strettamente legato al territorio, scegliete il Museo della Seta  o il Tempio Voltiano.

Ebbene sì, Alessandro Volta è nato qui! E la seta cosa c’entra? Beh, Como è la città della seta per eccellenza e vanta una lunga tradizione in questo campo.

Ma c’è anche una Pinacoteca (con una sala interamente dedicata al Rinascimento), un Museo Archeologico e un Museo su Garibaldi.

Se invece i musei vi annoiano, datevi allo shopping; sempre dentro le mura di negozi ce n’è fin che ne volete. E per tutte le tasche, basta cercare bene e addentrarsi nelle varie viuzze. Ne scoverete alcuni molto carini.

Altre due possibilità da tenere in considerazione sono Villa Olmo e il Teatro Sociale. Sono due luoghi di straordinaria bellezza e location di eventi da non perdere. Se date un occhiata alle loro programmazioni, troverete facilmente qualcosa che farà al caso vostro.

Nel caso, vi suggerisco di raggiungere Villa Olmo a piedi, partendo dal centro storico: c’è una romantica passeggiata a bordo lago, bella da fare sia quando piove che quando è bel tempo. E bella anche perché vi permette di avere una prospettiva diversa sulla città e ammirare il suo skyline.

 

Se vuoi seguire il mio blog e restare aggiornato, puoi farlo iscrivendoti alla mia pagina Facebook!


Share:
Tagged: