giugno 6, 2017 0 Comments Cosa fare, Tante idee

3 escursioni in battello sul Lago di Como da fare in giornata

Escursioni in battello Lago di Como: un ottimo modo per visitarlo!  

Visitare il lago senza farci letteralmente “un giro sopra” è come visitarlo a metà. Bisogna solcare le sue acque per assaporare fino in fondo le belle sensazioni e atmosfere che il paesaggio lacustre sa regalare. E la stagione in cui ci troviamo adesso è assolutamente perfetta per questa esperienza dai mille vantaggi!

Sì, perché decidere di spostarsi via lago, oltre ad essere un’intelligentissima mossa per evitare le tante scomodità legate all’auto (da queste parti parcheggi, traffico e strade strette possono mettere a dura prova anche l’autista più esperto), consente di ammirare borghi, rive e montagne da una posizione privilegiata.

E per farlo le possibilità sono diverse, in base a budget e tempo a disposizione: si può scegliere un’imbarcazione privata con autista, noleggiare un motoscafo da guidare personalmente o semplicemente sfruttare il servizio di navigazione.

E oggi è proprio di quest’ultimo che vi racconterò.

Di sicuro costringe a orari e a rotte prestabilite, ma certamente è il mezzo più economico dei tre e le escursioni che offre sono comunque assolutamente interessanti e le combinazioni varie e molteplici.

escursioni in battello sul lago di como

In generale il servizio di navigazione è utile anche solo per spostamenti da una località all’altra o da una sponda a quella opposta.

Ma se è a una vera e propria gita in battello ciò a cui state pensando, sono di sicuro almeno 3 quelle da fare assolutamente! 

Premessa obbligatoria: gli orari eventualmente indicati si riferiscono a quelli in vigore dal 28 maggio al  1° ottobre 2017, ma per organizzare al meglio la vostra giornata ecco il link del sito ufficiale della navigazione, molto più facile nella consultazione rispetto al cartaceo…

Ma veniamo alle escursioni.

1# Tour bacino di Como

Il tour senza tappe dura un’ora e le località da cui è possibile imbarcarsi sono Como, Tavernola, Cernobbio, Moltrasio e Torno. Si sta sul battello fino a che non si è tornati al punto di partenza. Se invece avete tempo e soprattutto voglia di esplorare le singole località, potete farlo e allo stesso prezzo. E da vedere ce n’è!

Ogni paese in cui si approda vale una visita, per non parlare di Como. Di sicuro, se la vostra intenzione è di fare il tour con tappe la cosa migliore è prendere uno dei primi battelli della giornata, per avere tutto il tempo necessario per visite e spostamenti da un borgo all’altro. Le corse comunque non mancano e praticamente ogni mezz’ora (in alcune fasce orarie anche meno) parte un battello.

2# Tour del Centro Lago

Anche in questo caso è possibile scegliere se fare il giro senza tappe oppure optare per il biglietto giornaliero e quindi scegliere di visitare i vari paesini.

Nel primo caso il tempo previsto per l’intero tour è di 2 ore e le località in cui è possibile imbarcarsi sono: Menaggio, Varenna, Bellagio, San Giovanni (frazione di Bellagio), Villa Carlotta, Tremezzo, Lenno.

Considerate però che stiamo parlando di una delle zone più rinomate del lago…mai come in questo caso il consiglio è di di scendere dal battello e visitare almeno un paio delle località nominate. Dico “almeno un paio” perché la scelta è davvero imbarazzante e ciascuno dei borghi a cui si approda varrebbe la visita di ALMENO un’ora, stando molto stretti! Borghi, ville, passeggiate a lago, castelli e giardini…un vero concentrato di bellezze tutte da godere.

escursioni in battello lago di como traghetto

Tenete presente che, se optate per l’escursione con tappe, la cosa migliore per sfruttare al meglio il biglietto, e riuscire a vedere 2-3 località, è prendere un battello massimo tra le 9 e le 10. Col giornaliero potete salire sia sui battelli che sui traghetti (per intenderci, quelli per il trasporto anche delle auto) e questo vi tornerà utile soprattutto negli spostamenti tra Varenna-Menaggio, Varenna-Bellagio, Bellagio-Tremezzo.

3# Escursione in battello in Alto Lago con pranzo a bordo

In questo parte del lago il discorso con tappe/senza tappe non sta in piedi perché le corse sono molto meno frequenti. Tuttavia c’è un’escursione che vale assolutamente la pena fare anche in questa zona.

La meta è l’Abbazia di Piona, un luogo incantevole, in cima al lago, appartato e lontano dalla ressa tipica di altre località.

In questo caso il consiglio è il seguente: partenza 12:39 da Menaggio, su battello giornaliero (ossia attivo tutti i giorni), con ristorante a bordo, arrivo a Piona alle 14:25, visita dell’Abbazia e ritorno o alle 15:13 con battello o, se si desidera prendersi più tempo, alle 16:11 con aliscafo (servizio rapido, con supplemento), raggiungendo Menaggio in solo 50 minuti.

Ora non vi resta che scegliere, con la certezza che in tutti e tre i casi trascorrerete una giornata fantastica!

 


Share:
Tagged: