febbraio 20, 2016 0 Comments Cosa fare, Tante idee

Un pomeriggio multisensoriale in città!

 

Como è una città piuttosto piccola, ma è ricca di scoperte da fare!

Premetto che quella che vi sto per raccontare è una visita un po’ fuori dagli schemi, molto personale e adatta a chi già conosce la città e ha semplicemente voglia di trascorrere un pomeriggio un po’ diverso, non per visitare le famose attrazioni turistiche ma per appagare almeno tre dei cinque sensi che abbiamo. Vista, gusto e olfatto.

Così anche le tappe del mio tour di un pomeriggio tardo invernale, sono state tre e ora ve le racconto.

Mi piace andare per mostre, soprattutto se si tratta di quadri o di fotografie. Mi rilassa perdermi difronte alle immagini e di solito c’è sempre quel dipinto o quello scatto, tra i tanti esposti, che mi colpisce e dentro il quale mi ci tuffo! La memoria visiva è potente e quando un quadro o una foto catturano la nostra attenzione e suscitano in noi qualche sensazione, possiamo star certi che lo faranno per molto tempo, rimanendo impressi nella nostra mente.

E a Como c’è un piccolo spazio espositivo dove mi piace tornare tutte le volte che ho sete di immagini. E’ la MAG, una galleria d’arte moderna e contemporanea, una vera e propria finestra sul mondo artistico internazionale nel cuore di Como! In via Vitani 31, a due passi dalla bellissima Piazza Volta. Se per un motivo o per l’altro sono in città e ho una mezz’ora di tempo che mi avanza di sicuro ci butto l’occhio per vedere cosa c’è in quel momento.

Io ho avuto la fortuna di trovare una mostra di fotografia (la mia passione!) dal titolo Umana Natura, di Gianluca Chiodi (dura fino al 5 marzo). E ve la consiglio! Una mostra sul rapporto uomo/natura, dove per natura si intende sia ambiente che “natura umana”. Vi assicuro che di fronte a questi scatti c’è di che riflettere. E non perdete l’occasione di farvi una chiacchierata con il signor Marsiglione, il Direttore della galleria. Vi darà con piacere la giusta chiave di lettura dell’esposizione ed è un piacere stare ad ascoltarlo!

Ecco le due foto che mi hanno colpito:

Dalla serie "Orbite"

Dalla serie “Orbite”

Dalla serie "Hot Skin"

Dalla serie “Hot Skin”

La prima per il messaggio che vuole trasmettere: il forte legame tra noi e il pianeta che “ci ospita” e senza il quale non saremmo nulla. La seconda parla dell’intensità di attrazione tra i simili che si scatena attraverso la nostra pelle. Condivido!

Insomma, se vi piace l’arte qui la trovate espressa in varie forme: quadri, foto, sculture, poesia, performance. Io fossi in voi mi segnerei l’indirizzo e un giro a curiosare lo farei.

Ovviamente, dopo questo viaggio tra immagini in cui la mente si è aperta, mi si è aperto anche lo stomaco e un cannolo siciliano non me lo ha tolto nessuno! Difficilmente riesco a venire a Como senza passare per una merenda alla Pasticceria Siciliana Vittoria, vicino alla Stazione Ferroviaria a lago. In questo caso il viaggio è in terra di Sicilia…percorrendo poche centinaia di metri da Piazza Cavour.

Infine, la mia ultima tappa della giornata è stato un negozietto che adoro, non distante da Piazza San Fedele: si chiama TeaWorld e vi lascio immaginare perché! Premesso che non sono un’amante di questa bevanda, non riesco a resistere a farci un giro per inebriarmi dei profumi di oriente. Con la scusa di fare scorta per parenti e amici vado ogni volta ci vado alla ricerca di aromi nuovi e questa volta mi ha rapito tè nero mandorla e cocco.

Mandorla e cocco

Tour terminato.

Vista, gusto e olfatto soddisfatti! 🙂

Salva


Share:
Tagged: